Skip to Main Content
It looks like you're using Internet Explorer 11 or older. This website works best with modern browsers such as the latest versions of Chrome, Firefox, Safari, and Edge. If you continue with this browser, you may see unexpected results.

Agenda 2030 - Obiettivo 16: La società dell'informazione, la disinformazione e le fake news

La sfida dell’Europa contro la disinformazione

L'esposizione dei cittadini a disinformazione su larga scala è una delle principali sfide per l'Europa. La Commissione Europea sta lavorando per attuare una serie di azioni chiare, per contrastare la diffusione e l'impatto della disinformazione e garantire la protezione dei sistemi democratici.

Tra i progetti: SocialTruth – in Horizon 2020

Per approfondire:  Commissione Europea Tackling Online disinformation in the European Union - brochure

BiblioVerifica e il fact checking

Il progetto BiblioVerifica, sostenuto dall’Università di Tor Vergata con Daniele Orru e altri 5 bibliotecari di altre città italiane, rappresenta  un luogo di interazione e di ricerca, secondo le procedure definite dal Manifesto di IFLA contro le Fake News. L’obiettivo di BiblioVerifica è quello di permettere l’accesso ad informazioni che abbiano la garanzia di correttezza e attendibiltà, basandosi sulla pratica del fact checking. I bibliotecari e gli archivisti del progetto offrono gratuitamente consulenze per permettere agli utenti di verificare in modo autonomo i dati, sfruttando le risorse ad accesso aperto.

Biblioteche e società dell'informazione

Le biblioteche sono state al centro della società dell'informazione, dai primi giorni della rivoluzione tecnologica, adattandosi continuamente ai nuovi mezzi di comunicazione, al fine di adempiere al loro mandato e di fornire accesso universale alle informazioni e alla conoscenza. Nel 2003 l'Agenda WSIS di Tunisi ha riconosciuto l'importante ruolo di servizio pubblico delle biblioteche nel fornire un accesso aperto, equo e conveniente alle informazioni e nel migliorare l'alfabetizzazione ICT e la connettività della comunità, in particolare nelle comunità svantaggiate. Nel 2014 questo ruolo è stato ribadito nella Dichiarazione di Lione, un documento redatto dall’IFLA allo scopo di garantire il riconoscimento dell’attività dellle biblioteche nel perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

IFLA: come riconoscere le false notizie

Al fine di sostenere i lettori nel processo di costruzione della conoscenza, IFLA ha pubblicato un’infografica. L’obiettivo è stato quello di fornire uno strumento utile per difendersi dalla fake news e dalla disinformazione.

Per approfondire: Information literacy - IFLA

Consigli di lettura: Riconoscere le false notizie di Matilde Fontanin - in Biblioteche Oggi vol 35 (2017) , aprile 

Information Literacy

Secondo l'American Library Association, l’information literacy è un insieme di competenze richieste alle persone per riconoscere quando le informazioni sono necessarie e avere la capacità di individuare, valutare e utilizzarle in modo critico ed efficace.

COVID-19 e infodemie

Il Covid-19 ha portato al diffondersi di una grave infodemia, ovvero alla circolazione pandemica di informazioni non accurate che hanno creato confusione nella popolazione e aggravato la situazione sanitaria. I temi dell’infodemia sono strettamente connessi con quelli dell’information literacy e devono essere affrontati congiuntamente.

Consigli di lettura: